Lens Flare

(Anomalia Razionale)

a cura di Lorenzo Righetti  (Presidente Team P.A.R.I. / Progetto S.E.R.P.)

Il riflesso (chiamato “Lens Flare“ tradotto”Bagliore / Riflesso Lente”) è un qualcosa che non esiste in natura, me è un effetto ottico della fotocamera che può rovinare un’immagine tanto quanto può renderla particolare.

E’ bene sapere perché si formino questi riflessi per imparare a controllarli correttamente.

I Flare hanno diverse forme: poligoni, aloni o anche semplici linee (principalmente hanno forme tondeggianti, questo è dovuto alla forma semi-sferica delle lenti delle fotocamere); in tutti i casi comunque sono conseguenza delle foto fatte in controluce, unitamente ad un’ampia apertura del diaframma.

Il Flare può introdurre una perdita enorme di contrasto causata dalla luce e può anche creare degli effetti ottici simili allo spettro della luce (diversi colori che somigliano ad un arcobaleno).

I Flare, solitamente, sono direttamente proporzionali al numero di elementi (lenti presenti nel gruppo ottico della fotocamera, Compatta, Bridge o Reflex che sia), e causano un incremento di riflessi a seconda della qualità della stessa di “assorbire” o rifrangere questa anomalia.       

Le cause tecniche di questo fenomeno sono due :

  1. presenza di sporco sulla lente che riflette la luce in modo anomalo            
  2. l’errata diffrazione della luce all’interno del gruppo ottico

Se per il primo punto è facile trovare una soluzione (pulire la lente ovviamente), la seconda è quasi impossibile da evitare, in quanto è causa della qualità della vostra lente. Avete risparmiato al momento dell’acquisto? Male! Questo è uno dei momenti in cui ve ne potete pentire, perché significa che le lenti che costituiscono il vostro obbiettivo non sono di ottima qualità e il loro trattamento anti-riflesso non è dei migliori.

Certo, anche gli obbiettivi più costosi non sono immuni dai “Lens Flare“, ci sono anche situazioni in cui la luce è talmente incidente che non ci si può fare proprio nulla se non dotarsi di un paraluce, il quale eviterà ai raggi di luce più fastidiosi (quelli non diretti) di interagire in modo anomalo nel vostro scatto. Non avete il paraluce? Poco male: usate la vostra mano per cercare di evitare a questi raggi di rovinarvi la foto. Ovviamente dovrete porre molta attenzione a non creare ombre inaspettate causate da voi stessi.

Se state cercando di fotografare il soggetto in contro luce e proprio non riuscite ad eliminare il riflesso, provate ad usare una lente a focale fissa (nel caso avete una Reflex o una Mirrorless): quest’ultime contengono meno elementi all’interno rispetto agli obbiettivi zoom per cui ci sarà una buona probabilità di riuscire ad evitare il riflesso.

Se neanche con questa soluzione riuscite a ridurre il Flare non resta altro che includerlo nella fotografia sfruttando le vostre capacità compositive per renderlo parte interessante dell’immagine. Una tecnica efficace è quella di posizionare un oggetto (come un albero) davanti alla parte da cui il riflesso trae origine (come ad esempio il sole), l’oggetto ridurrà la luce e, se è composto da parecchi elementi di disturbo (nel caso dell’albero rami e foglie), vi aiuterà a non perdere troppo contrasto.

> Abbiamo almeno 15 tipi di “Lens Flare”, per un infinita varietà di combinazioni di colori, dimensioni e geometrie (ma sempre tendenti al tondo/ovale).

(Esempi dei relativi “Lens Flare”,  sotto indicati)

-          35 mm

-          85 mm

-          Arc Welder

-          Blimp Flare

-          Basic Lens

-          Generic Panavision

-          Vortex

-          Chroma Lens

-          Desert Sun

-          Whiskey Sunrise

-          Distant Quantum

-          Drydock Spikeball

-          Sunset

-          Rock Concert

-          Saabnomoly

CONCLUSIONI :

Chiudiamo la spiegazione augurandoci che ora abbiate capito che questi bagliori/riflessi non sono altro che fenomeni RAZIONALI e SPIEGABILI, non vi è NULLA di Paranormale o strano, è SEMPLICEMENTE luce riflessa che causa spesso giochi di luce molto particolari e affascinanti, non sono quindi ne Entità, ne Angeli ne energie di nessun tipo. D’ora in poi quando farete delle foto e avete davanti a voi delle fonti di luce dirette (naturali o artificiali che siano) vi accorgerete che quel bagliore/riflesso lo potete vedere in tempo reale sul display della vostra fotocamera, quindi se volete potete evitarlo o correggerlo con le accortezze sopra citate.

Il “Lens Flare” è un fenomeno facilmente riproducibile, è quindi inappropriato utilizzare il termine “Paranormale”.

Riguardate le vostre foto, vi accorgerete che forse vi siete lasciati troppo suggestionare da qualcosa che di “Paranormale” non ha proprio NULLA.

D’ora in poi farete caso ai “Lens Flare” anche nelle pubblicità, nei video musicali o nei film, alcuni ricreati e utilizzati a scopo estetico mentre altri sono i naturali effetti del contro-luce.                      

Aguzzate la vista e inizierete a vedere le cose in modo diverso, almeno, per quanto riguarda questa tipologia di fenomeno.

Esempi Fotografici

Esempi Video

"Lens Flare" usati sapientemente in un video musicale a scopo scenografico :

"Lens Flare" ricreato in camera mia ( Lorenzo Righetti ) :

translate website your language

http://www.etnomusicantes.it/im/custom/youtube.png

Fondatori & Promotori del "Progetto S.E.R.P."

Team P.A.R.I. (Fondatori Progetto S.E.R.P.)

Paranormal Activity Research Investigation

Il Portale del Progetto S.E.R.P. è il Sito del Team P.A.R.I

Team Collaboratori

Partner & Amici

Associazione Tutela del Consumatore

Daniele Ross, Mentalista

Mentalista, Intrattenitore Psichico

Web Radio del Gruppo Ok Network

Portale di Studio e Ricerca

Articoli S.E.R.P. su "Terra Incognita Magazine"

Ti piace questo Portale di Informazione sul Paranormale? Fallo sapere ai tuoi amici...

Privacy Policy

E-mail