Falsi U.F.O. di notte

a cura di Lorenzo Righetti (Presidente Team P.A.R.I. / Progetto S.E.R.P.)

Scopriamo il significato di "U.F.O." e quando viene utilizzato questo termine :

U.F.O. è l'acronimo in inglese per "Unidentified Flying Object" o "Unknown Flying Object", ovvero Oggetto Volante Non Identificato, definizione con cui si indica ogni fenomeno aereo le cui cause non possono essere individuate in modo semplice ed immediato da un comune osservatore. Questo termine è stato coniato nel 1952 dalla "United States Air Force" e ha inizialmente definito "U.F.O." tutti quegli oggetti che rimangono non identificati e riconosciuti a seguito delle verifiche di esperti. Alcuni Ricercatori preferiscono utilizzare il termine più ampio di "Unidentified Aerial Phenomenon" (o U.A.P.) ovvero Fenomeno Aereo Non Identificato, per evitare la confusione o le associazioni speculative con il termine "U.F.O.". Un altro famoso e molto utilizzato, acronimo di "U.F.O." (in spagnolo, francese, portoghese e italiano) è "O.V.N.I." (rispettivamente "Objeto Volador No Identificado", "Objeto Voador Não Identificado", "Objet Volant Non Identifié" o appunto "Oggetto Volante Non Identificato").

Sono moltissimi gli avvistamenti di "U.F.O." in tutto il mondo, dal 1900 ad'oggi si parla di centinaia di migliaia di casi registrati, solo in Italia sono oltre 15.000 segnalati nei registri in circa 100 anni.

Ma quanti di questi sono realmente oggetti volanti non identificati o meglio non identificabili ?

Per fare un pò di chiarezza abbiamo elencato quei casi dove vi è una spiegazione perfettamente razionale e in taluni casi, naturale, quindi nessuna "Navetta Aliena" et simili a farci visita.

Nelle ore serali si ha un incremento di avvistamenti e segnalazioni, come mai? forse per la scarsa visibilità e per la facilità di confondere semplici punti luce con "U.F.O."? Esatto!

I casi maggiormente riscontrati dai vari addetti ai lavori, e spiegabili razionalmente, non sono altro che: Lanterne Cinesi, Droni, U.F.O. R.C., LED Baloon, LED Kites, Puntatori Laser, Iridium Flare, Fulmini Globulari (quest'ultimo più raro), queste sono le cause principali degli avvistamenti nelle ore serali, e rientrano nel contenitore definito I.F.O. "Identified Flying Objects", cioè oggetto voltante IDENTIFICATO.

Vi mostriamo nello specifico, con descrizioni ed esempi video, i vari casi di "I.F.O." che vengono scambiati per "U.F.O."

"LANTERNA CINESE" (Volo libero)

esempio di "Lanterna Cinese"

La Lanterna Volante, detta anche Mongolfiera di carta, Lanterna Kongming o Sky Lantern, è una Lanterna di carta, tradizionalmente originaria delle culture dell'Estremo Oriente e Thai. Venne ideata circa duemila anni fa.

Utilizza lo stesso principio della Mongolfiera e viene realizzata con un corpo di carta appoggiato su una struttura rigida al cui interno viene posta una fonte di calore in cera combustibile. Quando viene accesa la fiamma, il calore scalda l'aria all'interno diminuendone la densità. Di conseguenza l'oggetto si alza in volo.

La Lanterna rimane in volo finché la fiamma rimane accesa, dopo di che plana lentamente al suolo. Il materiale non è particolarmente nocivo per l'ambiente, ma la Lanterna va usata seguendo gli accorgimenti di sicurezza necessari ad evitare gli incendi e i disturbi al traffico aeroportuale. 

Il vento in quota rende imprevedibile il luogo di ricaduta della Lanterna.

In questa categoria di "giochi notturni" rientrano -tra i più conosciuti- i LED Baloon e i LED Kites; a differenza delle Lanterne è possibile tenerli tramite un cordino come un acquilone. Data la componente "elettronica" dell'oggetto e il costo sicuramente più elevato di una Lanterna, l'utente soitamente se lo riporta a casa.

"U.F.O. R.C." (Radio Comandato)

esempio di "U.F.O. R.C." con L.E.D.

Gli U.F.O. R.C. non sono altro che oggetti volanti Radio Comandati a forma di U.F.O. o simil U.F.O.. Sono semplici giocattoli Radio Comandati come può esserlo un'Elicottero R.C., Imbarcazioni R.C. o Automobili R.C..

La particolarità di questi U.F.O. giocattolo è la presenza di numerosi L.E.D. di diversi colori con i più svariati giochi di luce, per questo motivo vengono usati prettamente nelle ore serali dove l'effetto psichedelico ha maggiore impatto visivo per chi lo radio-comanda e per tutti gli osservatori che sono a distanza utile per vederlo.

Come potere osservare nel video quì sopra vengono anche utilizzati in formazioni per creare coreografie spettacolari e molto suggestive.

"DRONE" (Radio Comandato)

esempio di Drone per usi civili etc.

Un Aeromobile a pilotaggio remoto o APR, comunemente noto come Drone, è un velivolo caratterizzato dall'assenza del pilota umano a bordo. Il suo volo è controllato dal computer a bordo del velivolo, sotto il controllo remoto di un navigatore o pilota, sul terreno o in un altro veicolo.

Il loro utilizzo è ormai consolidato per usi militari e crescente anche per applicazioni civili, ad esempio in operazioni di prevenzione e intervento in emergenza incendi, per usi di sicurezza non militari, per sorveglianza di oleodotti, con finalità di telerilevamento e ricerca e, più in generale, in tutti i casi in cui tali sistemi possano consentire l'esecuzione di missioni "noiose, sporche e pericolose" (dull, dirty and dangerous) spesso con costi minori rispetto ai velivoli tradizionali.

esempio di "Drone" con L.E.D., utilizzato per hobby o per ispezioni e ricerche

Negli ultimi anni sono nati anche Droni di dimensioni molto minori, tipo l'U.F.O. R.C. giocattolo che abbiamo parlato qui sopra, o per usi più noblili e utili di ispezione e ricerca. Nel primo caso, cioè nel Drone giocattolo, vengono spesso integrati dei L.E.D. colorati per rendere più divertente e suggestivo l'utlizzo nelle ore di buio, rendendolo visibile per svariati chilometri.

"PUNTATORE LASER" (Utilizzo manuale)

esempio di "Puntatore Laser" verde

La Penna Laser (chiamata anche "Puntatore Laser") è comunemente utilizzata nel corso di conferenze, presentazioni e dimostrazioni, ma viene anche utilizzata per gioco da ragazzini e adulti per proiettare il raggio Laser un po ovunque.

Questi Laser hanno elevate potenze, da 5 mW-532 nm in su, e sono tali da raggiungere diversi chilometri in spazi aperti.

Vi sono di diversi colori a disposizione : verde, rosso, blu, viola, giallo, ultravioletto ed infrarosso. Quello verde è maggiormente usato perchè ha maggiore visibilità a minor potenza paragonandolo agli altri colori, viene infatti utilizzato come puntatore Astronomico, questo significa che nel mondo vi sono molti di questi Laser puntati al cielo nelle ore di buio, pertanto non è impossibile incrociare i loro raggio e scambiarlo per qualcosa di "anomalo".

Ricordiamo che tali Laser, se incontrano superfici semi-lucide, possono causare Flare, cioè riflessi che potrebbero enfatizzare la suggestione dell'osservatore, magari distante anche diversi chilometri.

"IRIDIUM FLARE" (Riflesso da Satellite artificiale)

esempio di "Iridium Flare"

Un Iridium Flare è un fenomeno ottico visibile ad occhio nudo sulla sfera celeste, causato da satelliti artificiali in orbita intorno alla terra, in particolar modo dai satelliti Iridium. Accade quando le loro antenne riflettono la luce del Sole direttamente verso la Terra, creando fascio di luce in movimento veloce in grado di illuminare un'area di una decina di chilometri sulla superficie terrestre. Questi flash possono essere molto luminosi (normalmente di magnitudine –8), ma eccezionalmente possono arrivare alla –9,5 e possono essere osservati persino di giorno.

Se ci si trova in piena fascia di transito, ad occhio nudo, si osserva all'improvviso un debolissimo punto luminoso comparire in cielo, il quale si sposta moto rettilineo ed uniforme nella volta celeste. Man mano che si sposta, la sua luminosità aumenta gradualmente sino a raggiungere un livello massimo, il picco di magnitudine, che precede un'altrettanto graduale diminuzione della luminosità, conservando sempre lo stesso moto, sino a completa sparizione del punto luminoso. Tutto questo normalmente può durare tra uno e quattro secondi e occupare porzioni di cielo molto piccole o poco più grandi di un palmo di mano. Molto più duraturi ed estesi nel cielo sono i Flare della Stazione Spaziale Internazionale, detta anche I.S.S., i quali possono durare anche alcuni minuti e attraversare l'intera volta celeste.

È teoricamente possibile, in condizioni meteo ottimali e totale oscurità, osservare il fascio di luce del "centro del flare" proiettato verso il suolo, avvicinarsi al sito di osservazione e riallontanarsi. Ciò può avvenire con un Iridium Flare molto luminoso (almeno magnitudine –8), magari stando in cima ad una montagna.

Data la loro scarsa fama ma notevole visibilità, è molto facile che le persone scambino gli Iridium Flare per strani oggetti volanti o persino per stelle che cominciano a muoversi per poi spegnersi.

"FULMINE GLOBULARE" (Fenomeno atmosferico naturale)

esempio di "Fulmine Globulare"

I Fulmini Globulari o Sfere di Luce sono un fenomeno naturale luminoso dell'atmosfera. Consistono in "sfere" di diametro variabile, ferme o in movimento con velocità variabili e si possono notare durante i temporali, anche se sono documentati Fulmini Globulari apparsi in condizioni di assenza di temporali.

I Fulmini Globulari (in inglese "Ball Lightning" cioè B.L. oppure "Ball Of Light" cioè BOL, in tedesco "Kugelblitz") sono un fenomeno atmosferico molto interessante e ancora poco compreso. Di tutte le manifestazioni energetiche che prendono forma nella troposfera è una delle più misteriose, nonostane siano studiati già dal 1500.

Il loro diametro può variare tra i 2 cm e i 10 m ma generalmente sono di 20 – 50 cm. Hanno il bordo un po' sfumato e al loro interno a volte è presente un nucleo più chiaro. Rimangono visibili da pochi secondi a qualche minuto, con molte eccezioni. Il loro colore varia dal rosso, arancio, giallo, bianco e blu, che sono i colori più frequenti. La luminosità è simile a una lampadina da 75 - 100 W e questo consente di vederli anche durante le ore diurne. La loro scomparsa è caratterizzata da un affievolimento della loro luminosità, ma possono anche scomparire improvvisamente con una esplosione e lasciando un caratteristico odore di zolfo e/o di ozono, simile a quello che si origina da scariche elettriche in aria libera.

Un Fulmine Globulare può passare attraverso pareti e finestre senza danneggiarle e in genere ruota attorno al proprio asse. Si possono materializzare in aerei ad alta quota, all'interno di edifici oppure all'aria aperta. Molto raramente appaiono in sequenza. I Fulmini Globulari si muovono in modo molto più vario delle altre manifestazioni atmosferiche luminose e seguono percorsi segmentati (zig-zag) manifestando repentine variazioni di quota.

Diversi Ricercatori stanno riproducendo il Fulmine Globulare in Laboratorio per comprendere meglio questo fenomeno natuarale per molti aspetti ancora incompreso.

translate website your language

http://www.etnomusicantes.it/im/custom/youtube.png

Fondatori & Promotori del "Progetto S.E.R.P."

Team P.A.R.I. (Fondatori Progetto S.E.R.P.)

Paranormal Activity Research Investigation

Il Portale del Progetto S.E.R.P. è il Sito del Team P.A.R.I

Team Collaboratori

Partner & Amici

Associazione Tutela del Consumatore

Daniele Ross, Mentalista

Mentalista, Intrattenitore Psichico

Web Radio del Gruppo Ok Network

Portale di Studio e Ricerca

Articoli S.E.R.P. su "Terra Incognita Magazine"

Ti piace questo Portale di Informazione sul Paranormale? Fallo sapere ai tuoi amici...

Privacy Policy

E-mail