Ex Ospedale Psichiatrico (Volterra)

Team T.P.R. - 03/06/2012

In data Domenica 3 Giugno 2012, il T.P.R. si è recato presso la struttura dell'ex ospedale psichiatrico di Volterra per effettuare eventuali rilievi e rilevazioni nel campo del paranormale. Arrivati intorno alle ore 13:00, ci troviamo davanti uno spettacolo di degrado e devastazione: le pericolanti strutture lasciate alla libera mercé della natura riescono a rendere ancor più suggestivo quel luogo che, fino al 1978, ospitò circa 1000 pazienti.

L'intero ospedale è costituito da tre strutture, collegate tra di loro per mezzo di piccole stradine asfaltate e scalinate immerse nel verde. La prima struttura che troviamo è quella che doveva essere adibita all'accettazione dei pazienti: all'interno di essa ogni stanza è decorata con perfette e suggestive opere di Art-Graffiti effettuate da artisti della zona intorno alla metà degli anni ’90, durante un “contest” che ebbe come scopo la rivalorizzazione del territorio.

Oltre ai disegni sono presenti anche molte frasi e scritte, per non dimenticare le vittime di quel posto, che spesso venivano sottoposte a cure al limite della legalità. Gli interni si presentano, nonostante tutto, in buono stato e conservano ancora al loro interno sanitari, qualche traccia di mobilio e le targhe indicative di ogni reparto.

Per mezzo di una scalinata in pietra saliamo verso l'edificio principale dell'ex ospedale. Qui l'imponente ombra della struttura crea giochi di luce tra gli alberi e la vegetazione tipica del “volterrano” mentre un forte vento caldo fa sbattere le ante delle finestre dei piani alti, per scoraggiare gli animi dei visitatori. Un piccolo cancello di ferro si apre sul grande cortile dove panchine e tavolini in pietra vigilano senza tempo sull'ingresso del manicomio. Una volta entrati notiamo che la struttura è più pericolante della precedente: ci sono molti buchi sul solaio del primo piano, con calcinacci franati a terra, che lasciano entrare la flebile luce del primo pomeriggio. Gli interminabili corridoi sono in prevalenza molto bui, seguono una struttura a ferro di cavallo, nella quale è molto facile smarrirsi.

Dopo un breve giro di ricognizione lasciamo i nostri strumenti di registrazione in vari punti dell'ospedale: 5 registratori audio (di cui 4 digitali e uno a cassette) e una telecamera montata su un cavalletto in modo da inquadrare l'intero corridoio principale.

Ci allontaniamo per non interferire con registrazioni e video, mettendoci a circa 500m dall'ospedale.

Dopo circa un'ora torniamo indietro per ecuperare il tutto e, essendo ormai le 17:30, ci apprestiamo a tornare verso casa.

Le registrazioni audio e il video sono in seguito stati esaminati accuratamente giungendo ad una conclusione: le fotografie non contengono in alcun modo nessun tipo di anomalia, a parte qualcuna di esse, con apparenti orbs rivelatisi poi polvere e umidità date dalla calura estiva. Le registrazioni audio non contengono voci o altre stranezze paranormali; solo qualche rumore di “sbattimento” di finestre o porte dati dal forte riscontro provocato dalla struttura a ferro di cavallo del manicomio. Altre piccole ed appena percettibili sonorità, associabili in qualche modo a voci umane o rumori atipici, si sono rivelate amplificazioni di rumori ambientali, esaltati dalla strumentazione e dalla struttura stessa, molto incline al creare echi e ridondanze sonore.

Anche in questo caso, dunque, niente da dichiarare a parte la bellezza del luogo che rende magica una struttura tale, che in passato, non era usata a scopi benefici.

Foto

translate website your language

http://www.etnomusicantes.it/im/custom/youtube.png

Fondatori & Promotori del "Progetto S.E.R.P."

Team P.A.R.I. (Fondatori Progetto S.E.R.P.)

Paranormal Activity Research Investigation

Il Portale del Progetto S.E.R.P. è il Sito del Team P.A.R.I

Team Collaboratori

Partner & Amici

Associazione Tutela del Consumatore

Daniele Ross, Mentalista

Mentalista, Intrattenitore Psichico

Web Radio del Gruppo Ok Network

Portale di Studio e Ricerca

Articoli S.E.R.P. su "Terra Incognita Magazine"

Ti piace questo Portale di Informazione sul Paranormale? Fallo sapere ai tuoi amici...

Privacy Policy

E-mail