Hotel "Tre Ceri" (Gubbio)

Team P.A.R.I. / G.R.F.P. / H.B. - 02/02/2013

Ricercatori :

P.A.R.I. / S.E.R.P. : Lorenzo Righetti, Mauro Breme

G.R.F.P. : Angelo Marotta, Alberto Dragotto

Hunter Brothers : Sandro e Pasquale Minerva, Sergio Maggi, Simone Andreacchio, Cristian Di Gennaro

Collaboratrice "Sensitiva" : Artemisia Agosti

Riprese Video : Alberto Dragotto, Angelo Marotta, Sandro Minerva, Mauro Breme

Montaggio Video : Lorenzo Righetti

Video Streaming, Trailer e Indagine

Streaming

Trailer

Indagine

Relazione

Storia :

La struttura alberghiera è una porzione di un ex Convento di Suore, considerata la posizione strategica e l’eccellente struttura architettonica, nel 1300 ci fu una diatriba tra religiosi i quali dovettero decidere quale ordine inserire nel Convento.

Le notizie si perdono nel tempo, e sembrerebbe che nell’ex Convento fu occupato da suore.

Nel 2001 vennero portati a termine i lavori di ristrutturazione sotto l’egida della sovrintendenza delle Belle Arti, la quale ha favorito il mantenimento della planimetria originale.

Anomalie segnalate :

Nei sotterranei dell’Hotel, il personale lamenta una situazione di disagio, sensazione di essere osservati.

Alla reception si odono rumori e suoni.

Al terzo piano nel locale adibito a magazzino si avverte una forte sensazione di disagio simile ai sotterranei.

L’indagine :

Alle 23:30 ha preso inizio l’indagine, un Gruppo di Ricerca si è dedicato al perimetro esterno dell’Hotel e al locale caldaia.

Il secondo Gruppo, ha monitorato i sotterranei e la reception.

Il terzo Gruppo ha controllato i corridoi del primo e secondo piano e ha focalizzato la ricerca al terzo piano.

L’Hotel appartiene ad una struttura antica in condivisione con altre proprietà, in esterno sui muri a secco, si evidenziano le caratteristiche “cuciture” tipiche di rifacimenti o ampliamenti occorsi nel tempo, le strutture architettoniche delle facciate, rispecchiano le originali, solo qua e la vi sono stati introdotti materiali moderni.

Un piccolo giardino di fronte all’Hotel, ospita un locale interrato il quale è adibito a centrale termica, la caldaia è stata disattivata per trenta minuti permettendoci di effettuare delle Sessioni “E.V.P.”.

Dalla cucina dell’Hotel, una scala conduce ai sotterranei, un primo locale è stato adibito per l’ impianto idrico, i due locali successivi contengono un magazzino e un bagno, proseguendo si arriva all’ultimo locale il quale contiene il quadro elettrico generale, e un generatore d’emergenza a gasolio.

Camminando nei sotterranei si ha la sensazione di essere “toccati o trattenuti”, e si avverte spesso mal di testa.

Gli strumenti hanno rilevato picchi considerevoli di onde elettromagnetiche.

Alla reception i valori strumentali variavano continuamente senza apparente motivazione, è stato controllato anche l’ascensore soggetto a presunte anomalie.

Nei corridoi al primo e secondo piano, non abbiamo riscontrato anomalie.

Il terzo piano è apparso il più significativo, infatti, nel corridoio abbiamo rilevato in uno spigolo de muro, un campo di elettricità statica molto evidente, tanto da attrarre gli indumenti.

In una stanza abbiamo riscontrato differenze significative di temperatura, le quali sono state registrate dalla termo-camera.

La responsabile della reception, alle 3:30 ci ha permesso di indagare nella sua stanza, dopo un breve racconto abbiamo controllato con strumentazione ogni possibile attività, gli strumenti si sono attivati raggiungendo picchi ragguardevoli, ed è stata eseguita un’interazione con l’eventuale “Entità”, alle domande sottoposte, per diverse volte sembra esserci stata una risposta.

Alle 5:30 abbiamo terminato le indagini.

Conclusioni e Risultati :

Le registrazioni audio eseguite nella centrale termica, non hanno dato risultati di rilievo.

Alla reception abbiamo riscontrato una elevata emissione di campi elettromagnetici, con molta probabilità sono causati dal intersecazione di cavi elettrici che servono una serie complessa di utilizzatori.

Nei sotterranei abbiamo evidenziato delle saccature di cloro per la disinfestazione delle acque, con molta probabilità questa è la causa dei mal di testa citato dal personale.

Nel locale che ospita la centrale elettrica, abbiamo rilevato valori elevati di E.M.F., abbiamo fatto delle sperimentazioni, avvicinati al quadro elettrico, abbiamo avuto la sensazione di essere “trattenuti” per la maglia, questo è causato per via di indumenti sintetici, e abbiamo accusato un lieve malessere, esattamente come raccontato dal personale.

Nel corridoio al terzo piano abbiamo evidenziato in un angolo della parete, una importante dispersione di corrente elettro-statica, nonostante tutti controlli eseguiti, non abbiamo trovato ne cavi elettrici ne altre motivazioni che giustifichino la dispersione.

I rumori avvertiti frequentemente nel corridoio sono causati da tubi dell’acqua, che per via dei repentini cambi di direzione tra i gomiti e le linee rette dei tubi, formano delle piccole depressioni, quando viene richiesta acqua la pressione stessa manda in saturazione i tubi, con conseguente gorgoglio.

Nella camera da letto abbiamo registrato picchi in R.F., riteniamo che si possano ricondurre a telefoni cellulari o altri dispositivi con tali emissioni in frequenza, esterni all'indagine.

Ringraziamenti :

Si ringrazia per la disponibilità il proprietario dell’Hotel e il personale.

Artemisia Agosti per il prezioso contributo.

Alberto Dragotto per le riprese video.

Mirko per il reportage fotografico.

Fotografie

translate website your language

http://www.etnomusicantes.it/im/custom/youtube.png

Fondatori & Promotori del "Progetto S.E.R.P."

Team P.A.R.I. (Fondatori Progetto S.E.R.P.)

Paranormal Activity Research Investigation

Il Portale del Progetto S.E.R.P. è il Sito del Team P.A.R.I

Team Collaboratori

Partner & Amici

Associazione Tutela del Consumatore

Daniele Ross, Mentalista

Mentalista, Intrattenitore Psichico

Web Radio del Gruppo Ok Network

Portale di Studio e Ricerca

Articoli S.E.R.P. su "Terra Incognita Magazine"

Ti piace questo Portale di Informazione sul Paranormale? Fallo sapere ai tuoi amici...

Privacy Policy

E-mail