Abitazione Privata (San Donnino, Firenze)

1° Indagine Team P.A.R.I. / G.R.F.P. - 30/06/2012

Ricercatori :

 

P.A.R.I. / S.E.R.P. : Lorenzo Righetti, Mauro Breme

G.R.F.P. : Angelo Marotta, Andrea Sabini, Remo Sabini, Maria Stella

Fotografie : Lorenzo Righetti

Riprese Video : Lorenzo Righetti, Angelola Marotta, Andrea Sabini

Montaggio Video : Lorenzo Righetti, Alberto Dragotto

Video

Relazione

Abitazione Privata

 

San Donnino (Firenze)

 

Prefazione : 

 

Siamo stati chiamati a condurre un'Indagine presso una abitazione privata, per un presunto caso di
Poltergeist.

Arrivati sul posto, abbiamo provveduto a fare compilare alla proprietaria del' appartamento, un apposito questionario.

Le presunte anomalie, sono state vissute dalle due figlie, una in cucina e l'altra in camera da letto.

La prima testimone, afferma che mentre era seduta in cucina, ha visto una bottiglia d' acqua piena, riposta nel porta bottiglie a scaffale, uscire dalla sua sede e alzarsi fino a posarsi sul tavolo, quindi, spostamento orizzontale e verticale.

La seconda testimone, era sdraiata sul letto, afferma di avere visto una bottiglia di vetro posata su una
mensola difronte, che al' improvviso è “decollata” ed è atterrata sul cuscino a pochi centimetri da lei, spostamento orizzontale.

 

Ore 21:00

 

Prima di iniziare l'indagine, verifichiamo con l'ausilio dei Rilevatori di Campi ElettroMagnetici eventuali anomalie razionali, gli strumenti confermano subito valori inaspettati, un controllo visivo dell'appartamento ci induce a considerare una grave problematica dell'impianto elettrico, il 90% del cablaggio risulta non conforme, i cavi elettrici non sono intubati, ma corrono all'esterno lungo le pareti.

 

Ore 22:00

 

Allestiti i locali con tutta l'attrezzatura, spegniamo le luci e diamo inizio all'indagine, sotto osservazione abbiamo messo, la cucina, il bagno, l'anticamera, e la camera da letto, ogni locale con una telecamera infrarossi, la regia è stata allestita in un locale adiacente la cucina.

In cucina è stato messo un K2 fisso, 1 Termometro/Igrometro con memoria posto nel porta vivande e un Registratore E.V.P., in camera da letto, visto la particolarità e la precisione descrittiva della testimone, abbiamo utilizzato in diverse angolazioni, due K2, due Cell Sensor, un E.M.F. meter single axis, un Registratore EVP, un Contatore Geiger, due Sensori di Movimento, un Rilevatore di Vibrazioni, un Termometro/Igrometro con memoria, un Metal Detector, due Bussole Analogiche, una Radio Digitale A.M. su “Rumore Bianco”, un Laser Grid a reticolo e per finire attrezzature Prototipali in via Sperimentale.

Durante l'indagine abbiamo constatato che i campi elettromagnetici si sono attenuati, la motivazione è
data dal fatto che tutte le nostre attrezzature le hanno in parte assorbiti come fossero “spugne”, successivamente sono ritornati con valori elevati; una pianola elettrica, staccata l'alimentazione
dalla rete elettrica, continuava a emettere campi elettromagnetici.

L''indagine non ha messo in evidenza particolari anomalie inspiegabili.

Non trovando niente di rilevante, alle 24:00 terminiamo l'indagine.

 

Conclusioni e Risultati :

 

Considerata l'elevata presenza di campi elettromagnetici, non è da sottovalutare la possibilità che le due testimoni siano state colte da allucinazioni, ciò è possibile in soggetti sensibili sottoposti a lunghi periodi di irradiamento E.M.

Dalle foto e dai video non è emerso nulla di anomalo.

In cucina, è stato registrato un possibile E.V.P., e udito dai presenti dei rumori.

In camera da letto non sono state registrate anomalie.

I rumori che sono stati uditi durante l'Indagine, ivi compresi i presunti “E.V.P.”, non danno nessuna
spiegazione attribuibile a “Eventi Paranormali”, ma sono riconducibili a cariche elettromagnetiche.

Alla proprietaria dell'appartamento, si consiglia fortemente un intervento urgente per mettere in sicurezza e a Norma di Legge l'impianto elettrico.

Fotografie

2° Indagine Team T.P.R. - 08/09/2012

Relazione d'indagine

La nostra indagine è avvenuta circa due mesi
dopo la prima indagine che era stata effettuata dal Gruppo P.A.R.I. capitanato
da Lorenzo Righetti e il gruppo G.R.F.P. capitanato da Angelo Marotta.

La proprietaria aveva richiesto un secondo intervento perché continuava a
lamentare gli stessi Fenomeni Poltergeist all’interno della sua abitazione.
Dunque questa relazione integra e completa quella precedente non eseguita dal
nostro gruppo di Ricerca Paranormale.

 

Arrivo :

A Firenze alle ore 18:30, il T.P.R. con Matteo Bennardi, Arianna Colomba, Claudio Galletti e Fabio Lacetera.

La proprietaria dell’appartamento ci aveva chiesto aiuto per risolvere un problema di Infestazione/Poltergeist che si manifestava con caduta di oggetti senza un preciso motivo e rumori strani nella camere da letto.

Dopo aver parlato i giorni passati, via Facebook, con la proprietaria ci apprestiamo a fare un primo giro di ricognizione sul posto con il rilevatore di campi elettromagnetici e il termometro laser, rilevando dei picchi significativi vicino ad un impianto elettrico non a regola e con qualche dispersione di elettricità che correva su un vicino appendiabiti in metallo conduttore.

Alle ore 19:15 iniziamo l’intervista doppia, condotta da Fabio Lacetera e Arianna Colomba rispettivamente alla figlia della proprietaria e alla proprietaria stessa, in stanze diverse e con porte chiuse, onde evitare condizionamenti delle risposte, registrando il tutto con un registratore digitale.

Riascoltando il giorno dopo l’intervista, ci accorgiamo che le risposte sono le stesse, quindi annulliamo la possibilità di un condizionamento psicologico.

Ci mettiamo a tavola per cenare (Ore 20:20), lasciando accesi in due stanze diverse (la camera della figlia della proprietaria e la camera della proprietaria) i registratori audio digitali e una telecamera sulla veranda dove, a detta loro, dei cavi in acciaio per la stesa dei panni si erano come spezzati il contemporanea senza che nessuno li abbia forzati o che ci fosse qualcosa appeso. In effetti abbiamo verificato che i cavi non presentano segni di deterioramento o di taglio. La plastica che copre i fili appare bruciacchiata come se fossero stati colpiti da una forte carica elettrostatica (un fulmine probabilmente), risultando ossidati.

Dopo cena (circa verso le 21:05), abbiamo fatto varie sessioni di registrazioni E.V.P., sia libere che con stimolazioni a domande. Nel frattempo abbiamo lasciato la telecamera con infrarossi a riprendere tutto l’ambiente della cucina, mentre venivano scattate fotografie a colori e in negativo.

Alle ore 00:15 siamo rimontati in macchina in attesa di analizzare il tutto i giorni dopo.

Analisi Audio :

L’analisi dei file audio hanno riportato i seguenti risultati :

  1. Piccolo fruscio ripetuto diverse volte, risultato poi essere il rumore di macchine che circolavano sulla vicina Fi-Pi-Li.
  2. Un forte cigolio della porta della camera, che a livello temporale, corrisponde con il momento in cui abbiamo aperto la finestra della veranda per analizzare i cavi “esplosi” che deve aver creato del riscontro facendo chiudere la porta.

Nessun tipo di voce o rumore inspiegabile sono stati registrati durante la serata.

Analisi Video:

L’analisi dei file video non hanno riportato nessun tipo di anomalia né risultati interessanti.

Abbiamo controllato circa 4 ore di registrazioni senza trovare alcuna presenza di movimenti anomali o ORB'S
dovuti a polvere e umidità. Il luogo risulta pulito.

Analisi Fotografica :

Le centinaia di foto scattate non riportano niente di anomalo.

Un’unica fotografia che presentava un movimento particolare l’abbiamo analizzata, risultando soltanto un riflesso distorto nella finestra della camera della figlia della proprietaria. Anche in questo caso, pur usando il flash, nessuna traccia di pulviscolo è stata immortalata sulle fotografie.

Conclusioni e Risultati :

I suddetti rumori avvertiti durante la notte sono da attribuirsi a rumori di assestamento dei muri e delle fondamenta, rumori comunissimi che si registrano in ogni abitazione. La forte convinzione degli abitanti della casa di assistere o aver assistito a questi fenomeni può essere dovuta ad una pseudo psicosi di massa che ha preso piede all’interno del posto, dato che durante l’intervista doppia le risposte erano le stesse e nessuno di loro poteva avere una qualche motivazione di mentire. Questo continuo parlare dell’argomento “Poltergeist”, ha come influenzato i proprietari, facendo diventare l’argomento una fissazione, quasi un pensiero ricorrente e ossessivo nei confronti di ogni rumore.

Dunque non abbiamo riportato nessuna testimonianza di Fenomeni Paranormali degni di
nota e sui quali soffermarci per un’altra eventuale Indagine.

3° Indagine Team G.R.F.P.

N.B. Richiedi la visione dell'indagine al Team G.R.F.P.

Articolo

translate website your language

http://www.etnomusicantes.it/im/custom/youtube.png

Fondatori & Promotori del "Progetto S.E.R.P."

Team P.A.R.I. (Fondatori Progetto S.E.R.P.)

Paranormal Activity Research Investigation

Il Portale del Progetto S.E.R.P. è il Sito del Team P.A.R.I

Team Collaboratori

Partner & Amici

Associazione Tutela del Consumatore

Daniele Ross, Mentalista

Mentalista, Intrattenitore Psichico

Web Radio del Gruppo Ok Network

Portale di Studio e Ricerca

Articoli S.E.R.P. su "Terra Incognita Magazine"

Ti piace questo Portale di Informazione sul Paranormale? Fallo sapere ai tuoi amici...

Privacy Policy

E-mail